Vai al contenuto

Analisi della vulnerabilità

Per poter definire il rischio di interfaccia si valuta la vulnerabilità degli esposti presenti nell'area di interfaccia. Il calcolo della vulnerabilità è effettuato attraverso il metodo speditivo indicato nel “Manuale operativo per la predisposizione di un piano comunale o
intercomunale di protezione civile”.
Di seguito sono indicati gli step da seguire:

  • Al perimetro esterno dell’area di interfaccia è associata la classe di pericolosità individuata in sua prossimità; l’area di interfaccia è quindi considerata simbolicamente come una linea continua ed è suddivisa nel suo sviluppo longitudinale, in tratti omogenei per classi di pericolosità e ad ogni tratto sono associati i valori relativi ai parametri analizzati.
  • Nei tratti omogenei per classe di pericolosità sono individuati gli esposti presenti nell'area di interfaccia ed analizzati quelli direttamente a contatto con la fascia perimetrale che potrebbero pertanto essere colpiti direttamente dal fronte di fuoco.
  • Nella tabella associata a ogni tratto è quindi inserita l’informazione relativa alla tipologia di esposti ed è inserito il valore corrispondente alla sensibilità di ognuno, come indicato nel suddetto Manuale.

In base ai valori di sensibilità assegnati è stata definita la classi di vulnerabilità ad ognuna delle quali è stato associato un colore per la opportuna rappresentazione cartografica.

Vulnerabilità Colore
BASSA VERDE
MEDIA ARANCIONE
ALTA ROSSO

Torna a Rischio incendio di interfaccia

Accessibility