Vai al contenuto

Rischio chimico industriale

Il rischio industriale è la probabilità che si verifichi un incidente rilevante così definito: un avvenimento, quale un’emissione, un incendio o un’esplosione di rilievo, connessi ad uno sviluppo incontrollato di un’attività industriale, che dia luogo ad un pericolo
grave, immediato o differito, per l’uomo, all'interno o all'esterno dello stabilimento, e per l’ambiente e che comporti l’uso di una o più sostanze pericolose (Direttiva 96/82/CE).
La materia del rischio industriale è disciplinata dal testo coordinato del D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 334 e del D.Lgs. 21 settembre 2005, n. 238 e si applica agli stabilimenti in cui sono presenti sostanze pericolose in quantità uguali o superiori a quelle indicate nell'allegato A del citato D.Lgs. 21 settembre 2005, n. 238.

Torna a Rischi

Accessibility